Come nasciamo e come ci muoviamo

Quando un mix di passioni si trasforma in un lavoro

Ezio Zigliani è giornalista pubblicista dal 2000, con la testa e il cuore immersi nel mondo della comunicazione per il settore food&beverage. Dopo esperienze in agenzie di comunicazione e redazionali a Italia a Tavola, Food&Beverage, MyChef.tv e ZedMag.it è oggi addetto stampa e consulente aziendale a tempo pieno.

Continua a leggere
Ci vuole "cuore"
Nel lavoro è un ingrediente fondamentale
Non si costruisce. O ce l'hai o non ce l'hai. Un amore per tutto quello che ruota attorno al concetto di "food&beverage" e "lifestyle".
Il rapporto con i giornalisti
L'attività a supporto dei colleghi
L'ufficio stampa deve essere in grado di interpretare i messaggi che l'azienda vuole trasmettere ai giornalisti adattando i contenuti alle esigenze degli stessi.
Un contatto personalizzato
Giornalisti: ci piace chiamarli per nome
Non serve molto per personalizzare una mail e rendere meno "fredda" una comunicazione generalista. Perchè non approfittare di questa opzione?
Presenza costante agli eventi
La comunicazione oltre la porta dell'ufficio
Le pubbliche relazioni hanno senso se alla base c'è una stretta di mano. Che gusto ci sarebbe a scrivere o chiamare giornalisti senza averli prima conosciuti?
Layer
Layer
Layer
Layer
Layer
Un buon addetto stampa deve "amare" il brand che rappresenta

La chiave del successo per un addetto stampa dei giorni nostri? Restare al passo con i tempi e adattarsi alle nuove forme di comunicazione

Il semplice comunicato stampa non può bastare. Secondo noi è necessario incarnare anche una figura simile a quella del brand ambassador e diffondere al meglio i messaggi che il brand vuole comunicare.

L’importante è conoscerli. Meglio ancora se personalmente. Stiamo parlando dei giornalisti. Una cena in compagnia, un viaggio stampa, una stretta di mano e lo scambio del biglietto da visita. E poi? Il segreto è mantenere i contatti, partecipando attivamente alla maggior parte degli appuntamenti promossi ed organizzati sul territorio italiano e costruendo una rete di relazioni fitta, molto fitta.

E se dicessimo che certi blog sono più letti di certe testate giornalistiche? Non diremmo certo una bugia. Per questo è importante mantenere i rapporti con questa nuova generazione di comunicatori. Gente che ha saputo dare spazio e visibilità ad una grande passione. Gente con la quale si comunica attraverso i canali del web. Gente che è a caccia di nuove e invitanti esperienze.

Un tempo era il termine “blogger” a spaventare il mondo della comunicazione. Ora qualcuno ha coniato un titolo per questa nuova professione, quella di influencer e di nuovo tutti ad aver paura. Ma perchè averne? Esistono e, quelli capaci di comunicare con stile, vanno trattati al pari dei giornalisti e dei blogger bravi.

L’attività di PR, indirettamente, porta ad un lavoro molto simile a quello del brand ambassador e, pur concentrando il proprio lavoro sulle tre figure principali (giornalista, blogger e influencer), spesso ci si ritrova ad indirizzare i consumi legati al prodotto rappresentato.

Non esiste una collaborazione uguale all'altra

Scopriamo insieme chi sono e cosa fanno i nostri clienti

Prodotti o servizi diversi. Ma tutti hanno in comune il concetto di qualità che ritroviamo nei prodotti o nei servizi offerti.
Perchè siamo quel che mangiamo

Nella vita bisogna anche essere in grado
di lasciarsi guidare dalle ispirazioni 

Carlo PetriniMarcel ProustRuth ReichlCharles Pierre Monselet
Ho bisogno di conoscere la storia di un alimento. Devo sapere da dove viene. Devo immaginarmi le mani che hanno coltivato, lavorato e cotto ciò che mangio.
Carlo Petrini
Fondatore di Slow Food, gastronomo, sociologo e scrittore attivista italiano
Portai alle labbra un cucchiaino di tè, in cui avevo inzuppato un pezzetto di madeleine. Ma nel momento stesso che quel sorso misto a briciole di biscotto toccò il mio palato, trasalii, attento a quanto avveniva in me di straordinario.
Marcel Proust
Scrittore, saggista e critico letterario francese
Non ero preparata per la sensazione della pasta nella mia bocca, o la purezza del gusto. Ero stata in Giappone per quasi un mese, ma non avevo mai sperimentato nulla di simile. Le tagliatelle tremavano come se fossero vive, e saltassero in bocca, dove vibravano come riproduzione di musica non udibile.
Ruth Reichl
Chef, scrittrice e critico gastronomico newyorkese
Meditate bene su questo punto: le ore più belle della nostra vita sono tutte collegate, con un legame più o meno tangibile, a un qualche ricordo della tavola.
Charles Pierre Monselet
Giornalista, romanziere, poeta e drammaturgo francese
Gli ingredienti fondamentali della comunicazione

Parole scritte bene affiancate da
emozionanti fotografie e video

Non vogliamo rubare il lavoro ai fotografi o ai videomaker. Ci piace semplicemente riportare, con gli strumenti che la tecnologia ci mette a disposizione, il nostro vissuto professionale.

Summa 2016
Alto Adige
Taste Firenze 2016
Toscana
Immagine
Perchè comunicare non significa unicamente produrre "comunicati stampa"

Novità dal mondo enogastronomico? Ecco solo alcune delle nostre news

LEGGI TUTTE LE NEWS
Uno strumento pensato per i giornalisti, ma non solo

Basta poco per rimanere aggiornati. Iscriviti alla nostra newsletter

Non serve essere un operatore della comunicazione per ricevere i nostri aggiornamenti. Se il mondo dell’enogastronomia ti appassiona clicca sul bottone qui sotto. Ti aggiorneremo ogni volta che avremo qualcosa di curioso da raccontarti.

Iscriviti alla nostra newsletter
I nostri canali social e il nostro pensiero sull'argomento

La comunicazione sui social network? Esserci, nel modo giusto, è fondamentale

Ci piace pensare che sui canali social, anche per rappresentare un brand (il nostro compreso), si debba giocare la carta della spontaneità evitando di pensare troppo a strategie o a programmi a lungo termine.